Luce blu degli smartphone: insonnia, miopia e stanchezza.

06/03/2019
La luce influenza il nostro corpo in molte maniere a seconda della sua lunghezza d'onda.
Mintua - Luce blu degli smartphone: insonnia, miopia e stanchezza.

I danni della luce blu degli smartphone.

La luce influenza il nostro corpo in molte maniere a seconda della sua lunghezza d'onda, ad esempio la luce blu causa insonnia.

La scoperta risale al lontano 1958 ed è merito degli scienziati John Woodland Hastings e Beatrice M.Sweeney, che dimostrarono come luci di diverse lunghezze d’onda andassero ad influenzare la giornata di qualsiasi vivente, comprese ovviamente le piante.

Ma in che modo veniamo influenzati dalla luce blu?

Quando si avvicina la sera e la luce naturale sta scomparendo, l’ipotalamo inizia a preparare il nostro corpo al riposo notturno producendo la melatonina (l’ormone che ci aiuta a dormire) e abbassando la temperatura corporea; viceversa al mattino, quando ritorna la luce, il corpo tende ad aumentare la propria temperatura e a mandare in circolo ormoni capaci di svegliarci, come il cortisolo.

Come si può intuire, questo è un delicato equilibrio che può essere facilmente distorto da una qualsiasi altra luce con diversa frequenza d’onda, come le luci artificiali o quelle prodotte da LED e LCD, le cosiddette luci blu.

Per luci blu si intendono quelle prodotte da device come televisori, tablet, computer e smartphone, che si avvalgono di illuminazione a basso consumo quali schermi LCD e LED.

La luce blu nonostante sia compresa tra i 380 nm e i 500 nm, dunque invisibile, ha delle importanti ripercussioni all’interno del nostro organismo, interferendo altresì con la produzione di melatonina.

Quali sono le conseguenze della luce blu?

Le primissime conseguenze di questo tipo di luce le possiamo notare e provare a livello oculare. Fissare in modo continuativo per molti minuti una sorgente di luce blu fa sì che l’ammiccamento diminuisca e di conseguenza l’occhio si secchi, portando a rossore, secchezza oculare, irritazione degli occhi e stanchezza visiva.

A livello dell’organismo, come anticipato precedentemente, l’esposizione alla luce blu influisce sulla produzione di melatonina andando così ad alterare il normale ciclo sonno-veglia. Si tende così a dormire meno e peggio e dunque ad essere anche più stanchi durante il giorno o ad avere ricorrenti mal di testa.

La luce blu causa anche effetti nel lungo periodo, infatti è ritenuta una delle cause della diffusione e dell’incremento di disfunzioni visive quali cataratta, maculopatia e miopia.

Quest’ultima sta subendo una vera e propria impennata negli ultimi anni, come vi avevamo già detto qui, si stima infatti che nel 2050 i miopi saranno 5 miliardi.

Sono state tante le ricerche in questo campo che hanno dimostrato come la luce blu vada a influenzare il nostro ciclo circadiano. Molte aziende produttrici di device elettronici si sono infatti omologate ai risultati degli studi e hanno così introdotto una speciale modalità negli smartphone che annulla la luce blu dopo il tramonto. 

News correlate

Aziende correlate