I bambini e la dipendenza da Tablet e Smartphone

05/06/2018
Se non riusciamo noi adulti a staccarci da questi dispositivi luminosi...figuriamoci i bambini.
Mintua - I bambini e la dipendenza da Tablet e Smartphone

Oggigiorno far si che i nostri figli non diventino dipendenti dalle nuove tecnologie e, nello specifico dagli smartphone e dai tablet, è molto difficile.

Come facciamo ad evitare l'insorgere di questa dipendenza per le nuove tecnologie?

Dobbiamo in primis ammettere che in determinate situazioni gli smartphone e i tablet fanno comodo soprattutto a noi genitori, infatti siamo i primi a proporli qualora il bimbo abbia bisogno di essere distratto.

Questo succede spesso, quando il piccolo non vuole mangiare, quando siamo nella sala d'aspetto dal medico o quando stiamo cucinando. Così facendo riusciamo a guadagnare quel tempo necessario per fare le attività quotidiane in totale calma.

Sono proprio questi comportamenti che non fanno che accrescere nei nostri bambini il desiderio irrefrenabile di utilizzare i dispositivi luminosi sempre più frequentemente.

Nasce così una dipendenza da tablet nel bambino. Quali sono i campanelli di allarme?

  • Iniziano a variare i tempi delle attività ordinarie. Il bambino inizierà a mangiare di meno, o più velocemente così da riprendere a giocare con il tablet nel più breve tempo possibile. Anche la durata del sonno potrebbe variare;

  • In presenza del tablet abbandonano qualsiasi attività stiano facendo (giocare, disegnare, mangiare…);

  • Diventano demotivati e sono restii nello stingere nuove amicizie o scoprire cose nuove;

  • Cercano con lo sguardo i dispositivi luminosi intorno a loro e, quando possibile, se li procurano anche di nascosto;

  • Con il tablet tra le mani risultano pacati e rilassati, una volta tolto diventano isterici, nervosi e maleducati;

...Cosa fare nel caso in cui la dipendenza da tablet abbia già preso il sopravvento sui nostri figli?

Occorre seguire un percorso graduale di "guarigione" così da non stressare ulteriormente il bambino e far quindi peggiorare la situazione.

Ecco alcuni consigli utili:

  • Passare più tempo con il proprio bambino.

Togliere improvvisamente l'abitudine degli schermi luminosi ai bambini come abbiamo già detto può aggravare la situazione. L'ideale sarebbe affiancare il bambino nella fase di gioco con il tablet, così da fargli comunque percepire la nostra presenza umana e non lascialo isolare nella realtà virtuale

  • Non adottare atteggiamenti negativi.

Parole di imposizione negative verso il bambino (ad esempio "MAI!", "NO!", "BASTA!") aumentano il grado di insicurezza e lo stato di agitazione.

  • Sostituite gradualmente il tablet con altre attività

Se per il bambino ormai non esiste nulla di più interessante di un Tablet, voi cercate di "tentarlo" con qualche attività più stimolante. Ad esempio potreste organizzare delle uscite al parco con altri bambini oppure una serata cinema!

  • Concentratevi sui sensi.

Il bambino con i dispositivi elettronici si abitua ad una certa manualità attuando movimenti ripetitivi e meccanici.
Potreste provare a sostituire queste abitudini con giochi in legno orientati all'apprendimento oppure con giochi di altri materiali capaci di stimolare il tatto del bimbo ed incuriosirlo.

  • Cercate di non tentare il bambino.

Appunto, se state cercando di sostituire l'uso del tablet o dello smartphone cercate di non lasciarlo in giro per casa ed evitate di utilizzarlo davanti a lui. 

  • Pazienza.

La pazienza è la virtù dei forti e davanti al bambino capriccioso che vuole a tutti i costi il suo tablet non dovete mostrarvi deboli. Se il bambino inizia ad urlare e piangere, siate comprensivi, non sgridatelo.

Fategli capire con la calma che in assenza dell'amato tablet può fare qualcos'altro. 

  • Fermezza e Coerenza

Cercate di mantenere saldo e costante il vostro comportamento nel periodo di "guarigione", poiché se abbassate la guardia e vi dimostrate benevoli concedendo qualche volta al bambino il tablet, il bambino sfrutterà questa vostra debolezza per riappropriarsi dello schermo luminoso.

Gran parte degli insegnamenti che i nostri figli apprendono vengono trasmessi da noi genitori. Vietare completamente l'uso del Tablet non è sempre la soluzione. 

L'ideale sarebbe quello di offrire delle valide alternative ai nostri figli, insegnandogli che il Tablet altro non è che un accessorio, interscambiabile con gli altri giochi che ha già.